Saint Patrick’s Day, il giorno in cui tutto si tinge di verde

Il 17 marzo si celebra la festa di San Patrizio, patrono d’Irlanda. È la festa più importante dell’anno per l’isola di smeraldo, che si mobilita letteralmente da nord a sud. Ma viene omaggiata anche nel resto del mondo, soprattutto nei pub irlandesi, e noi non potevamo essere da meno, dal momento che il tema stesso su cui si fonda Selkink appartiene proprio alla cultura di quella terra.

LA FESTA

Come si festeggia il Paddy’s Day? Parate colorate, fuochi d’artificio, musica tradizionale, fiumi di birra, cultura e divertimento animano l’intera isola e in particolare la capitale Dublino. Tutto è rigorosamente circondato dal verde, colore del trifoglio e colore simbolo dell’Irlanda. È d’obbligo, quindi, indossare qualcosa di verde e portare con sé un trifoglio. Per l’occasione, si usa degustare piatti tipici, birra irlandese e sidro. Fra i piatti più consumati c’è il roast dinner, carne di manzo bollita accompagnata da patate arrosto, piselli e carote bollite, oltre al caratteristico soda bread. I dolci tipici della festa sono invece la apple tart e la Guinness cake.

IN IRLANDA

Dublino viene letteralmente invasa per circa una settimana da giovani e turisti da tutto il mondo, che girano per le strade avvolte da un’atmosfera di festa e craic (divertimento), con danze e musicisti di strada ad ogni angolo della città. Anche nei pub, ovviamente, la musica tradizionale fa da sfondo mentre si balla e si brinda con un bel boccale di Guinness, Smithwick’s, Kilkenny o sidro. La parata tradizionale parte alle 12:00 del 17 marzo da Parnell Square, mettendo in scena uno spettacolo sorprendente e imperdibile, con carri, costumi colorati, artisti e musica.

Fra le altre località dell’Irlanda meritano di essere citate Galway e Cork, rispettivamente a ovest e a sud dell’isola. Ciò che contraddistingue l’evento di Galway è il carattere inclusivo della parata, di dimensioni più ridotte rispetto a quella di Dublino, ma ugualmente spettacolare. Cork, invece, è animata da spettacoli ed eventi per tre giorni, con il Carnival of the Fools come evento caratteristico.

IN SCOZIA

Anche la Scozia rende omaggio al patrono d’Irlanda, con festa, musica e colore verde per le strade e nei locali delle città, in particolare a Edimburgo. Fra i locali scozzesi, per San Patrizio alcuni propongono la degustazione di whiskey a occhi chiusi o bendati, chiedendo di distinguere tra scozzese e irlandese, oltre ad offrire cibo e birra dell’isola di smeraldo.

NEGLI USA

San Patrizio è anche il patrono della città di Boston, negli Usa, e del Canada. La parata viene organizzata a New York e in altre città come Chicago, dove anche il fiume omonimo si tinge di verde. Negli Stati Uniti la festa è molto sentita, soprattutto per la presenza di una radicata comunità irlandese locale. Non è raro, infatti, incontrare un cittadino americano che abbia origini irlandesi.

IN ITALIA

L’Italia celebra il santo patrono irlandese non solo nei pub. I monumenti delle grandi città, come il Colosseo a Roma, vengono illuminati di verde proprio per omaggiare questa importante festa tradizionale. A Bobbio, in Emilia Romagna, la festività liturgica era celebrata già in passato per il forte legame tra l’abbazia locale, l’abate irlandese San Colombano e l’Irlanda.  

LA STORIA

Ma da dove nasce questa tradizione? Tutto ebbe origine quando Maewyn Succat, nato nel 385 nella Britannia romana, si convertì al cristianesimo dopo essere stato rapito da uomini del re irlandese. Con loro imparò a conoscere la lingua gaelica e la cultura celtica. Così, una volta riuscito a fuggire, decise di recarsi in Irlanda come missionario e dove poi divenne vescovo, con il nome di Patrizio. Fu lui a diffondere il cristianesimo nell’isola, integrandolo con la cultura locale, tanto che la nota croce celtica rappresenta proprio l’unione della croce solare con la croce latina.

Anche il trifoglio è legato alla figura di San Patrizio. Si racconta, infatti, che lui spiegò agli irlandesi il concetto della Trinità proprio usando come simbolo questa pianta. Il 17 marzo segna il giorno della sua morte.

LEGGENDE E CURIOSITÀ

A San Patrizio si attribuiscono alcune leggende, come quella dei serpenti, che avrebbero abbandonato l’Irlanda da quando lui li cacciò via in mare, durante i quaranta giorni trascorsi su una montagna sacra irlandese. Questa leggenda fu poi smentita nel momento in cui si scoprì che i serpenti erano scomparsi dall’isola già due secoli prima della nascita del vescovo. Altra leggenda storica è quella del pozzo di San Patrizio, il celebre pozzo senza fondo che avrebbe condotto fino al Purgatorio. La grotta, poi murata, si trovava su un isolotto del Lough Derg, dove poi fu costruita una chiesa, oggi meta di pellegrini.   

In gaelico irlandese la festa è chiamata La Fhéile Pádraig e quando ci si incontra per strada l’augurio che ci si rivolge è Beannachtaí na Fhéile Pádraig ort (oraibh se rivolto a più persone)! Buon San Patrizio!

 

Daniela B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: