Benvenuti nel paese delle donne. Un viaggio straordinario alla scoperta dei Moso

Scheda tecnica:

  • Titolo: Benvenuti nel paese delle donne
  • Autrice: Francesca Rosati Freeman
  • Anno di pubblicazione: 2016
  • Editore: XLedizioni
  • Genere: Letteratura di viaggio
  • Consiglio per la lettura: da leggere al di là di qualsiasi pregiudizio o preconcetto “all’occidentale”, con la curiosità di conoscere un’altra realtà possibile.

«In una parte del mondo esiste una società che valorizza le donne senza opprimere gli uomini, una società che non è un fossile vivente, come la definiscono alcuni, non ha niente di selvaggio o primitivo e non è nemmeno una subcultura, ma una forma di vita contemporanea, un esempio positivo della condizione femminile, dove le donne non sono discriminate, dove la violenza coniugale è inesistente»

Lo spiega l’autrice già nell’introduzione, mentre racconta di un libro che ha scoperto per caso e che l’ha spinta a partire per un luogo remoto, nel lontano Yunnan, in Cina, e a raccontare la vita di un altro tipo di società, quella matriarcale, che sopravvive da generazioni nei pressi del lago Lugu. Un luogo dove la famiglia tradizionale, il matrimonio, la posizione sociale della donna e la libertà sessuale sono completamente capovolti rispetto alla nostra visione del mondo.

Trama

Il racconto del viaggio di Francesca inizia con un’attesa all’aeroporto, in cui scopre per caso il libro Il paese delle donne, che narra la storia di Namu, una ragazza di etnia Moso che vive in un villaggio sul lago Lugu, fra le province cinesi di Yunnan e Sichuan, ai confini con il Tibet. Scopre così dell’esistenza di una società che solo chi visita o studia quei luoghi conosce. Una società in cui da generazioni si applica il sistema matriarcale, basato sì sul potere delle donne, ma non sulla prevaricazione delle stesse sull’uomo. L’aspetto che affascina Francesca è proprio questo, la possibilità di vivere in un altro modo che non sia quello patriarcale e capitalista e che funzioni, accettato pienamente sia da donne che da uomini, in cui c’è parità, armonia e non esiste il sentimento della gelosia. Benvenuti nel paese delle donne è la scritta che accoglie i visitatori quando si entra nel villaggio e che Francesca chiede di farsi tradurre. L’autrice raccoglie nel testo tutte le sfumature di questa società, nella quale viene accolta durante il suo viaggio, esprimendo le sue considerazioni sulla concreta fattibilità di un sistema pacifico, da cui noi occidentali avremmo molto da imparare.

Spunti di riflessione

Nel libro ci si chiede se noi occidentali, abituati al nostro sistema di valori radicati da millenni, saremmo in grado di comprendere appieno e applicare una simile tipologia di società, in cui le donne, in genere le più anziane, gestiscono l’economia; in cui gli uomini si occupano principalmente dei figli delle sorelle piuttosto che dei propri figli, perché la famiglia di origine non si abbandona; in cui il concetto di famiglia tradizionale, che ben conosciamo, sarebbe completamente stravolto, ma con i relativi benefici; in cui, infine, il matrimonio non esiste e al suo posto c’è un sistema basato sulla libertà sessuale, dove la donna decide libera, senza alcuna pressione, con chi condividere il letto o quando avere un figlio e dove la violenza domestica non è proprio concepita, perché l’uomo non nutre sentimenti di rivalsa. La nostra società, al contrario, è da sempre basata sull’egoismo, sull’individualismo, sul patriarcato e l’autrice teme che un sistema simile sarebbe, ahinoi, difficile da applicare in Occidente. Ma suggerisce anche di prendere esempio da questo popolo, che può insegnarci che un altro modo di vivere è possibile, un modo che dall’altra parte del mondo esiste realmente e funziona da sempre. Il viaggio di Francesca ci accompagna, con lo stile del reportage e del racconto, in un questo mondo “diverso”, da cui trarre un’importante lezione.

Daniela B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: